Vacanze nerd: Cersei Lannister e Approdo del Re

Siete pronti per un nuovo itinerario da vacanze nerd? Dopo Jon Snow e il Regno del Nord, conosciamo da vicino Cersei Lannister, ma soprattutto la sua residenza fissa: Approdo del Re.


luoghi di Cersei Lannister

La stanzialità di Cersei Lannister

All’inizio della settima stagione troviamo Cersei con la corona finalmente sul capo, dopo aver “sacrificato”, nell’ordine, Robert Baratheon (marito – sventrato da un cinghiale), Joffrey (primo figlio – avvelenato da Petyr Baelish, alias Littlefinger, in collaborazione con Olenna Tyrell), Myrcella (secondogenita – avvelenata da Ellaria Sand con bacio tossico) e Tommen (ultimo, morto suicida).

Cersei ha raggiunto il suo sogno: governare Approdo del Re e, di conseguenza, i Sette Regni (anche se, per questi, è ancora tutto da vedere, N.d.A.).

Per ottenere ciò, a parte una breve capatina al nord, a Winterfell, al seguito del (ancora per poco) vivente marito per “convincere” Eddar Stark a diventare il nuovo Primo Cavaliere, la bionda regina non si è mai spostata da King’s Landing.

Se vi siete persi il primo itinerario, Winterfell, La Barriera e il Regno del Nord, un click qui.

Geograficamente parlando per visitare i luoghi che hanno dato vita ad Approdo del Re dobbiamo recarci a Malta ed in Croazia. Pronti per trasformarvi nell’amata/odiata Cersei?

Prima tappa: Malta

Il set di King’s Landing nella prima stagione è stato allestito prevalentemente nell’isola di Malta, principalmente a Medina (in maltese Mdina o L-Imdina), l’antica capitale.

Conosciuta anche come la Città Vecchia, Mdina conserva ancora un aspetto monumentale, sebbene sia ormai abitata da poche centinaia di persone. La città deve il suo nome ai Saraceni che arrivarono a Malta, intorno all’anno 870, e circondarono la città con alti muri difensivi, separandola dalla vicina Rabat. La parola Medina significa appunto “città murata“, mentre Rabat vuol dire “villaggio presso le mura“.

Nonostante le sue austere mura arabe, l’interno è ricco di meravigliosi palazzi di proprietà delle maggiori famiglie nobiliari maltesi. L’accesso alla cittadella avviene attraverso il ponte che riconoscerete immediatamente da queste foto:

Porte Mdina - Cersei Porte Mdina sul set - Cersei

Ovviamente ci sono anche vicoli e piazze a fare da sfondo a molte delle scene girate nella “complicata” capitale:

Piazza Mdina - Cersei Piazza Mdina sul set - Cersei


Già che siete in giro per Mdina, non dimenticatevi una visita alla Cattedrale di San Paolo, costruita nel luogo dove il governatore Publio avrebbe incontrato San Paolo, dopo il naufragio della nave che lo trasportava a Roma.
Rimasta gravemente danneggiata durante il terremoto del 1693, la cattedrale fu totalmente smantellata e ricostruita (con esclusione di coro e sacrestia, rimasti indenni e quindi inglobati).


I set della Fortezza Rossa

La Fortezza Rossa è la roccaforte di King’s Landing. Nella sala del trono all’interno della fortezza si trova il tanto ambito “Trono di Spade“, forgiato da una moltitudine di spade provenienti dagli eserciti sconfitti dalla Casa Targaryen durante la Conquista. Il podio non è certo fatto per sedere comodi, in quanto un re non si può permettere distrazioni o debolezze nell’amministrare un regno. Si narra che il Trono sia in grado di ferire e persino uccidere chi non è degno di governare.

Le pareti della sala del trono ai tempi dei Targaryen erano ornate dai teschi dei draghi, poi rimossi da Re Robert Baratheon e stipati in una galleria al livello delle segrete.

Forte Ricasoli

Questa fortificazione, risalente al XVII secolo, venne costruita dai Cavalieri Ospitalieri e occupa una posizione dominante sul Gallows Point, il promontorio della piccola città di Kalkara che domina il Grande Porto. Severamente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, oggi Forte Ricasoli non è aperto alle visite al pubblico, ma è utilizzato come set cinematografico per film e serie TV (tra i quali ricordiamo: Agora, Troia, Il Gladiatore, Elena di Troia e Giulio Cesare).

Forte Ricasoli Cersei

Forte Ricasoli come la Fortezza Rossa

Forte Sant’Angelo

Sorge esattamente al centro del Grande Porto di Malta, sul promontorio che racchiude la città fortificata di Birgu. Le sue origini sono sconosciute, ma sul posto sono stati ritrovati resti preistorici e classici e nei secoli è stato prima una residenza privata, un quartiere militare e poi, sotto il dominio dei Cavalieri di Malta, la sede del Gran Maestro. Gli inglesi dall’800 lo utilizzarono come istallazione militare ed oggi è ancora in ristrutturazione, in seguito agli ingenti danni riportati durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ne Il Trono di Spade le sue stanze sotterranee e i suoi cunicoli sono diventati le segrete della Fortezza Rossa, dove sono stipati i teschi dei draghi e dove Arya Stark arriva inseguendo un gatto e si ritrova ad ascoltare una conversazione chiave per lo svolgimento degli eventi nella serie.

forte sant'angelo - Cersei

Palazzo San Anton

Si trova ad Attar ed è la residenza ufficiale del Presidente di Malta; è stato costruito nel XVI secolo per volere del Cavaliere Antoine de Paule che lo volle come villa per ospitare gli ospiti illustri in visita sull’isola.

Questo palazzo è stato utilizzato per girare alcune scene. È qui che giungono gli Stark convocati da Re Robert, qui che vengono assassinati dai soldati dei Lannister e sempre qui dove Ned Stark viene informato da Varys e Meñique, a tradimento, che le Cappe Dorate sono sotto il suo controllo.

Palazzo San Anton - Cersei

Forte Manoel

Ecco un altro pezzo di Approdo del Re. Fort Manoel si trova nell’omonima isola, nella Baia di Marsamxett, a nord est di La Valletta, ed è stato costruito dai Cavalieri dell’Ordine di Malta tra il 1723 e il 1755 sotto il patronato del Gran Maestro portoghese Antonio Manoel de Vilhena (da cui il nome). Nel XVIII secolo passò sotto il controllo britannico e giocò un ruolo fondamentale anche durante la Seconda Guerra Mondiale.

È qui che nella prima serie viene ricreato il Grande Tempio di Baelor, dove Joffrey Baratheon fa confessare Ned Stark e lo fa poi giustiziare.

Fort Manoel - Cersei

Fort Manoel, dove Eddar Stark, reo confesso, è stato giustiziato

Chiostro domenicano, Chiesa di San Domenico

Possono mancare dei giardini in una cittadella che si rispetti, se questa poi è capitale dei Sette Regni e sede del Trono di Spade? Certo che no.

La Chiesa di San Domenico è uno dei numerosi edifici barocchi in arenaria dedicati agli svariati santi cattolici. Si trova nella capitale, in una via parallela alla più turistica Merchants, ed è caratterizzata dalla facciata decorata da statue e dalle due basse torri campanarie laterali. Una volta visitato l’interno, è possibile accedere al chiostro, ricco di vegetazione: è proprio qui che Ned Stark affronta Cersei a proposito della vera paternità dei suoi figli.

Chiostro di San Dominik - Cersei

Ed ora tutti in Croazia!

Dalla seconda stagione si è preferito traslocare tutto il set di King’s Landing in Croazia, precisamente a Dubrovnik (e dintorni). Il motivo di questo spostamento è presto detto: anzitutto Dubrovnik è una città costiera, come Approdo del Re, e questo la rende adatta anche per riprese “in esterno“, cosa che a Malta, in quanto isola, non sarebbe stato possibile se non a fronte di maggior lavoro in post produzione.

Le sue Mura difensive, entrate nell’elenco dell’UNESCO dei siti “Patrimonio dell’Umanità“, hanno conquistato il produttore esecutivo David Benioff sin dalla sua prima visita. Queste le sue parole:

The minute we started walking around the city walls we knew that was it. You read the descriptions in the book and you come to Dubrovnik and that’s what the actual city is. It has the sparkling sea, sun and beautiful architecture.

L’altra ragione è la presenza, in Croazia, di altre location utili per la serie nelle immediate vicinanze, come vedremo di seguito (e prossimamente in altri articoli).
Pare infine che ci siano stati piccoli screzi con l’amministrazione maltese, tanto da decidere di “traslocare” definitivamente il set.

Fort Lovrijenac

Ecco a voi la “nuova” Fortezza Rossa.

Situato all’esterno delle mura, dirimpetto al tratto occidentale, Fort Lovrijenac svolse un ruolo maggiore nell’assicurare l’indipendenza della città contro i Veneziani, che ripetutamente tentarono di assoggettare Dubrovnik (Ragusa, in italiano). All’ingresso della fortezza si legge la celebre iscrizione “Non Bene Pro Toto Libertas Venditur Auro” ovvero: “La Libertà non si vende nemmeno per tutto l’oro del mondo”. Oggi questa costruzione è usata per la rappresentazione di opere teatrali nell’ambito del festival d’estate.

Fort Lovrijenac - Cersei

La baia di Dubrovnik

Le acque che bagnano la città croata sono apparse nella serie durante l’epica Battaglia delle Acque Nere.

Scene dalla Battaglia delle Acque Nere - Cersei

Scene dalla Battaglia delle Acque Nere

Scene dalla Battaglia delle Acque Nere - Cersei

Scene dalla Battaglia delle Acque Nere

Durante il giorno la stessa baia, in particolare l’insenatura che si vede nella foto in alto, è stata la location di altre scene importanti.

La partenza di Myrcella da Approdo del Re:

La partenza di Myrcella

La partenza di Myrcella

Le chiacchierate tra Sansa Stark e Littlefinger:
(Ogni tre per due questi due personaggi stanno a confabulare: cambia lo sfondo, ma la scena, se ci fate caso, è sempre simile. N.d.A.)

Sansa e Littlefinger

Sansa e Littlefinger sul molo

La ricerca (e l’uccisione) di eventuali figli illegittimi di Re Robert:

ricerche a King's Landing - Cersei

Alla ricerca di figli illegittimi di Re Robert

Il Museo Etnografico

Il Rupe si trova in un granaio del XVI secolo nella parte occidentale della città vecchia. L’aspetto originario del piano terra è stato conservato durante la ristrutturazione, che ha portato l’aggiunta di tre pozzi. La collezione etnografica, iniziata nel primo decennio del XX secolo, è stata esposta per la prima volta nel 1950 al secondo piano della fortezza di St. Johns ed in seguito trasferita nella nuova sede alla fine del 1980. I pozzi sono diventati una parte della collezione e sono stati aggiunti alle varie mostre di oggetti della vita quotidiana e delle attività economiche della zona, tra cui: costumi di folklore, artigianato, gioielli, attrezzi agricoli, pizzo e molto altro.

Nella capitale dei Sette Regni è l’ingresso di uno dei bordelli di Littlefinger, dove Tyrion Lannister si reca per incontrare Oberyn Martell.

museo etnografico ingresso - Cersei museo etnografico il set

Pile Gate
Interni del Pile Gate - Cersei

Interni del Pile Gate

Il Pile Gate rappresenta un punto di incontro per visitatori e gente del posto ed è l’ingresso principale alla città vecchia di Dubrovnik. Da qui è possibile godere della vista di un piccolo porto di pescatori situato tra Fort Bokar e Fort Lovrijenac (fronte mare, il primo si trova sulla sinistra mentre il secondo è sulla destra).

Il Pile Gate è un complesso ben fortificato con più porte, difeso da Fort Bokar e dal fossato che correva intorno alla sezione esterna delle mura della città. All’ingresso alla città vecchia, sul lato occidentale delle mura, c’è un ponte di pietra a due arcate, progettati dall’architetto Paskoje Miličević nel 1471. Quel ponte si connette ad un altro, un ponte levatoio in legno che, durante la Repubblica di Dubrovnik, veniva chiuso ogni sera con tanto di cerimonia di consegna delle chiavi della città al rettore ragusano.

Sopra i ponti, sopra l’arco principale della città, c’è la statua del patrono cittadino, Saint Blaise, che regge un modellino della città nella mano sinistra.

Pile Gate Cersei

L’entrata nella citta vecchia, col ponte levatoio

Questa zona ha visto la location di diverse scene durante la seconda e la terza stagione di Game of Thrones, tra cui il torneo in onore dell’onomastico di Re Joffrey, l’assalto del popolo, il tentativo di stupro ai danni di Sansa e molte altre.

King Joffrey Tournement King Joffrey Tournement

Park Gradac

Il Parco di Gradac, a Dubrovnik, è servito come location di uno dei momenti salienti della 4ª stagione: il banchetto delle Nozze di Re Joffrey Baratheon e Margaery Tyrell. Questo enorme parco pubblico è adiacente al centro storico e si può raggiungere salendo gradini centenari, che offrono un punto di vista eccellente per ammirare la città (o per assistere alla morte dell’adolescente Re tiranno).

Park Gradac Park Gradac il set

Stradun
Stradun

Stradun vista dall’alto

Stradun è la strada principale di Dubrovnik. È un tratto pedonale lastricato in pietra calcarea lungo circa 300 metri attraverso la città vecchia. Si estende attraverso la città murata in direzione est-ovest, collegando l’ingresso occidentale chiamato Pile Gate con la Porta di Ploče all’estremità orientale. Entrambe le estremità sono anche contrassegnate con fontane del XV secolo (la cosiddetta grande fontana di Onofrio nella sezione occidentale e la piccola fontana di Onofrio sul lato est) e campanili (la torre campanaria Dubrovnik ad est e il campanile addossato al convento francescano a ovest).

Questa strada è stata luogo delle riprese di una delle scene più memorabili della 5ª stagione: il Cammino della Vergogna imposto a Cersei come penitenza. Pensate che durante le riprese della sequenza è stata riempita con oltre 500 comparse!

Inizialmente l’idea dei produttori di HBO era quella di filmare una Cersei Lannister messa a nudo e costretta a camminare davanti alla Chiesa di San Nicola, ma la proposta non è stata accolta dalla chiesa stessa. Ad ogni modo per il Cammino della Vergogna sono state utilizzate altre quattro location separate: la scalinata dei Gesuiti, via Od Margarite, via Saint Dominik e il Ploce Gate, oltre ovviamente a Stradun.

Cersei's Walk of Shame

Cersei’s – Walk of Shame


Una delle farmacie tra le più antiche del mondo ancora aperte ed operative si trova all’interno del Monastero Francescano di Dubrovnik, fondato nel 1317. Qui i monaci producevano rimedi a base di erbe per la popolazione locale. Oggi funziona come una farmacia moderna, ma è disponibile anche una selezione di creme per il viso e per il corpo, tisane e rimedi fitoterapici realizzati con ricette tradizionali.


Hotel Belvedere

Il finale della quarta stagione, dove Ser Gregor Clegane uccide in un combattimento il principe Oberyn Martell per decretare il verdetto al processo di Tyrion, è stato registrato appena fuori Dubrovnik, al Belvedere Hotel. Costruito negli anni Ottanta e distrutto durante la guerra d’indipendenza croata, oggi l’hotel risulta abbandonato e non è permesso entrare nell’edificio, ma l’insieme è visibile dall’esterno.

Belvedere Hotel - Cersei

Trsteno Arboretum

Trsteno è un piccolo insediamento situato a soli 24 chilometri (15 miglia) a nord-ovest di Dubrovnik. Questo insediamento ospita uno degli arboreti più antichi e più belli in tutta la regione. Trsteno Arboretum copre un’area di 25 ettari. È stato realizzato verso la fine del XV secolo come parco e residenza estiva della famiglia patrizia Gučetić-Gozze.

Il giardino comprende l’acquedotto, il mulino, la fontana con il Dio del mare Nettuno e le ninfe, il padiglione di belvedere che si affaccia sul mare e sulle isole Elafiti ed è il più bell’esempio di residenze estive di Dubrovnik in stile gotico-rinascimentale.

L’orgoglio dell’arboreto sono due alberi di Platano Orientale che si trovano nella Piazza del Mercato centrale di Trsteno. Hanno più di 500 anni e sono esemplari unici del loro genere in Europa.  Raggiungono circa 45/60 m di altezza e 5 metri di diametro del tronco. La flora di Arboretum comprende oltre 300 specie di alberi esotici, piante decorative ed arbusti.

I Giardini di King's Landing I Giardini di King's Landing

La scena della fuga di Sansa è stata filmata in tre location differenti: inizia a Gradac Park, prosegue attraverso le strette vie della città vecchia e termina per l’appunto nella zona costiera di Trsteno Arboretum.

Ston (Stagno)

Dopo i valli romani in Britannia, le fortificazioni di Stagno sono la più lunga muraglia del continente europeo.

La costruzione delle mura iniziò nel XIV secolo, con l’annessione della penisola di Pelješac entro i confini della Repubblica ragusea (1334). L’imponente sistema difensivo, considerato la maggiore impresa urbanistico-militare dell’epoca in Europa, fu progettato e costruito per difendere la Repubblica. L’immenso complesso, costruito dai Ragusini dal 1333 al 1506, tagliava la penisola in due. Sulle estremità della muraglia il progetto prevedeva la costruzione di due cittadine fortificate: Ston, a nord, e Mali Ston, a sud. Le mura, lunghe oltre 5 chilometri, sono rinforzate con una quarantina di torri e ben cinque fortezze.

In GoT diventano una parte delle fortificazioni di King’s Landing.

ston muraglia

Una panoramica della Grande Muraglia d’Europa

Riguardo il “botto” finale della stagione 6, terrei a rassicurarvi che, nonostante tutto, nulla è andato distrutto a Dubrovnik.

Explosion of the Great Sept of Baelor

E una capatina in Spagna?

Siamo in Catalogna, nella Cattedrale di Santa Maria di Girona. Edificata nel punto più elevato della città, dove si ergeva anticamente una moschea, a sua volta costruita sui resti di un tempio romano, possiede la navata gotica più larga della cristianità: con i suoi quasi 23 metri è seconda in assoluto dopo la basilica di San Pietro in Vaticano.

La costruzione iniziò nell’XI secolo in stile romanico, con un pregevole chiostro; nel XII secolo fu completata in stile gotico, conservando solo il chiostro in stile romanico. La torre campanaria venne ultimata nel 1040, l’intero edificio venne ultimato nel XVII secolo.

All’interno vi sono numerose cappelle con pregevoli opere d’arte, tra cui il baldacchino d’argento dell’altare maggiore, capolavoro di oreficeria, realizzato tra il 1320 e il 1358 e il cosiddetto “Trono di Carlomagno“, in realtà una cattedra vescovile, realizzata nel 1038 con un blocco unico di alabastro.

È qui che si svolgono le scene importanti della quinta e sesta stagione: la cattedrale infatti in Game of Thrones ospita la sede dell’ordine religioso entrato in conflitto con la famiglia reale, da cui scaturiranno guerre e vendette: il Tempio di Baelor.

Cattedrale di Girona - Cersei

E qui si conclude il viaggio sulle orme di Cersei Lannister, ad Approdo del Re.
Prossimo appuntamento… alla scoperta dell’Essos con Daenerys Targaryen.

Annalisa A.

Postilla curiosa: King’s Landing in Inghilterra!

Una piccola città storica nell’Hertfordshire, Kings Langley, si è trasformata in Approdo del Re come parte di una promozione pubblicitaria di Game of Thrones da HBO. King’s Landing è rimasto un punto segnato sulla mappa reale dal 17 al 23 febbraio 2014, in occasione del lancio della raccolta DVD della terza stagione nel Regno Unito.

Le imprese locali sono state incoraggiate a entrare nello spirito di Game Of Thrones nel tentativo di incrementare il turismo, mentre i fan della serie TV sono stati invitati a pubblicare foto e selfie scattati presso il cartello, usando l’hashtag #KingsLandingUK, nella pagina di HBO UK.

Giunta qui sicuramente da un mondo parallelo e da un universo temporale alternativo, in questa vita riparo pc e smartphone e mi occupo di grafica pubblicitaria e comunicazione (che vuol dire tutto e niente). Sono una grammar nazi con la sindrome della maestrina, probabilmente in un’altra vita ero una signorina Rottermeier. Lettrice compulsiva, mi piace mangiare bene, sono appassionata di manga, anime e serie TV e colleziono Lego. In rete mi identifico col nick Lunedì, perché so essere pesante come il lunedì mattina, ma anche ottimista come il “primo giorno di luce”. In Inchiostro Virtuale vi porto a spasso, scrivendo, nel mio modo un po’ irriverente, di viaggi geografici, storici, virtuali... Sono inoltre co-fondatrice, insieme a Jessica e Virginia, nonché responsabile della parte tecnica e grafica del blog. Mi potete contattare direttamente scrivendo: a.ardesi@inchiostrovirtuale.it
Ti è piaciuto? Condividilo!

Comments are closed.