Tema del mese: la rinascita di piante e fiori

Complice il mese di Aprile, mese della fioritura e della rinascita per eccellenza, il topic affrontato dai nostri Inchiostrati questa volta è stato “Fiori & Piante”.

Vi siete persi qualcosa sul topic dei fiori? Ecco il solito, utilissimo recap della Redazione!

Serena ha aperto il topic con la Primavera nell’arte, partendo da Botticelli, passando da Van Gogh, Monet, Boldini e tanti altri.
Fortunatamente, nel mondo dell’arte, la primavera ha un fascino ed una bellezza che nulla ha a che fare coi malanni di stagione e che, anzi, ci lascia incantati.
Tanti artisti si sono cimentati nell’omaggiare, ognuno a modo proprio, la stagione dei fiori. Alcuni più di altri ci hanno lasciato dei veri e propri capolavori. Dunque, inauguriamo il tema di questo mese con una carrellata di opere “primaverili”, dove le piante e i fiori la fanno da padrone!

Sempre matematicamente contorto Pasquale, per la gioia di chi non ci capisce nulla, che ci ha raccontato del rapporto tra le bacche, i nani e l’EGMO. Perché i nani non erano solo minatori, sappiatelo!
Biancaneve e i Sette Nani vivono nella loro casa nella foresta. Ogni giorno, per 16 giorni consecutivi, alcuni nani lavorano nella miniera di diamanti, mentre gli altri nani raccolgono bacche nella foresta. Nessun nano svolge entrambi i compiti in uno stesso giorno.
Comunque si scelgano due giorni (non necessariamente consecutivi), ci sono sempre almeno tre nani ognuno dei quali ha svolto entrambi i compiti nei due giorni scelti. Inoltre, il primo giorno, tutti e sette i nani hanno lavorato in miniera.
Dimostrare che, in uno dei 16 giorni, tutti e sette i nani hanno raccolto bacche.

Torniamo coi piedi per terra, anzi, sull’erba, con l’articolo di Lorenzo, che ci ha illustrato fasti e declino dei campi in erba nel tennis.
Questa superficie è stata per circa un secolo la grande protagonista del tennis moderno.
Prendendo come riferimento la prima edizione di Wimbledon (1877), possiamo dire che fino agli anni Settanta del Novecento l’erba sia stata la superficie di riferimento, sulla quale si svolgevano tre prove su quattro del Grande Slam, col solo Roland Garros a distinguersi con la sua lentissima terra battuta. Tuttavia, proprio negli anni appena indicati, è iniziato il suo declino nel calendario del circuito.”

Sempre interessante l’angolo benessere a cura di Jessica, che ci ha presentato proprietà e benefici del Carciofo, una fra le migliori eccellenze italiane.
I carciofi sono coltivati soprattutto per le teste, utilizzate in cucina. Vi sorprenderà sapere, tuttavia, che anche le foglie rivestono un ruolo importante, soprattutto in fitoterapia. Per questo abbiamo deciso di affrontare, separatamente, il ruolo del carciofo come alimento ed erba officinale.

Dillo con un fiore“, d’accordo, ma se abiti in Cina, o devi offrire fiori in qualche occasione o ricorrenza cinese, è utilissimo il pezzo di Mauro, che ci spiega alcune differenze tra la nostra cultura e la loro, onde evitare spiacevoli gaffes.
Ogni cultura, infatti, è portatrice di un insieme di regole e convinzioni che influenzano la vita all’interno della società. Immaginate la faccia della vostra ragazza se anziché una bella rosa rossa, simbolo di amore e passione, le regalaste un mazzo di crisantemi, simbolo di morte. Se quindi dovete regalare dei fiori ad un amico cinese, o siete semplicemente curiosi, vi interesserà sapere che significato hanno i fiori in Cina.”

Virginia affronta invece un problema di attualità che ancora oggi è del tutto sottovalutato: la deforestazione e i cambiamenti climatici.
Uno dei fenomeni alla base dei cambiamenti climatici, di cui sempre più spesso sentiamo parlare, è rappresentato dalla deforestazione, che inevitabilmente si pone al vertice della catena di concause che alimentano l’effetto serra: infatti, la distruzione delle foreste riduce la capacità di assorbimento naturale dei gas serra, accelerandone il processo di concentrazione nell’atmosfera terrestre e determinando il surriscaldamento del globo. In un rapporto della FAO del 2016 si può osservare come, nel periodo compreso tra il 2000 e il 2010, siano stati rasi al suolo oltre 7 milioni di ettari di foresta: le perdite più elevate si sono registrate nelle zone tropicali e il 40% di questi territori sono stati convertiti in campi coltivati.

Un tuffo nella mitologia è ciò che si ottiene leggendo l’articolo di Cristina, che racconta la storia di Persefone e del suo rapimento, a causa del quale la primavera stessa è stata “rubata” ai comuni mortali!
Che fosse passato lì per caso perché stanco delle tenebre del suo regno o meno, resta il fatto che Ade era già innamorato della bella nipote e avesse chiesto al fratello Zeus di poterla prendere in moglie.
Zeus al cospetto di Demetra, almeno in apparenza, rifiutò dicendo che non poteva immaginare la figlia nell’oscurità degli inferi, fatto sta che i ben informati (ci sono sempre in ogni epoca e in ogni scandalo che si rispetti) sostengono che alla fine si fece convincere dal fratello e decise di aiutarlo a rapire la propria figlia.

Chiude il tema Annalisa, che vi porta in viaggio per visitare alcuni dei luoghi più magici in Italia e nel mondo, posti incantevoli in cui è piacevole perdersi: i giardini – labirinto.
Il labirinto è un simbolo che ricorre con enorme frequenza nella storia dell’umanità. Esso è presente in culture, miti e religioni più disparate, ma anche nell’arte e nella filosofia. La storia dei labirinti è complessa, intricata e affascinante, così come lo sono i percorsi che li strutturano.
Questi giardini sono fatti appositamente per perdere la cognizione dello spazio e del tempo: siepi chilometriche, interminabili e fittissime, che si innalzano a muro intorno al sentiero da percorrere. Luoghi in cui l’orientamento diventa difficile perché non si scorge l’orizzonte e il fogliame, talvolta tessuto in fantasiose sculture, modella giardini segreti in cui è piacevole perdersi, cercando di venire a capo di un meraviglioso enigma.


Termina qui il tema del mese di Aprile, ma non preoccupatevi, per Maggio abbiamo già in programma qualcosa di nuovo, anche se, al momento, risulta essere ancora… fumoso!

Buona lettura!
La Redazione

Siamo normali persone a cui piace lasciare tracce d’inchiostro su tanti argomenti. Scriviamo per passione, per condividere e per… lasciare qualche macchia a chi ha voglia di leggerci! Seguiteci anche sui social e… enjoy the ride!
Per contattare la redazione scrivete a: redazione@inchiostrovirtuale.it, oppure utilizzate il modulo contatti nell’apposita pagina.

Ti è piaciuto? Condividilo!