Google Home Mini: l’assistente vocale sempre a tua disposizione!

Il nuovo Home Mini di Google è un piccolo altoparlante “smart” che si collega a Internet e da lì ai servizi del grande motore di ricerca, consentendo di ascoltare musica, comandare dispositivi domotici, fare chiamate e chiedere informazioni tramite il suo microfono incorporato, che consente di dargli comandi vocali.

È finalmente arrivato anche in Italia Google Home, accompagnato dal suo fratello minore Google Home Mini. Si tratta di un assistente di Google capace di organizzare l’intera giornata, fornendo una serie di servizi smart che rendono la vita più facile ed interattiva. Prima di scoprire tutte le funzionalità, il prezzo e dove acquistare questo smart speaker, diamo uno sguardo al design di questi due dispositivi.


Google Home e Google Home Mini: il design

Google Home si presenta come una sorta di cassa del computer, con un design più stiloso e affusolato. Google Home mini Italia ha invece la forma di un disco schiacciato, con un design discreto e minimal. L’assistente vocale di Google assolve alle funzioni di un moderno maggiordomo!

Le funzionalità di Google Home

immagine google home mini funzionalità2L’assistente vocale Google Home è in grado di organizzare la giornata, dalla mattina fino alla sera. Per interagire basta pronunciare la frase “Ciao Google” oppure “Ok Google” o ancora “Hey Google”, e poi sottoporre la domanda. Basandosi sulle funzionalità di Google Assistant italiano, il dispositivo è in grado di fornire indicazioni sul meteo oppure sul traffico. Sarà facile scegliere la strada più veloce per arrivare in ufficio, oppure decidere se portarsi un ombrello o meno. Il dispositivo è anche un valido alleato ideale per le casalinghe, poiché agisce come un vero promemoria. Può ad esempio ricordare di fare la spesa, oppure di spegnere o accendere il forno ad una certa ora.

Guardare i video con Google Home

Un altro aspetto molto interessante è quello legato ai video. Associando la tv al dispositivo, è possibile aprire con un semplice comando vocale Netflix oppure scaricare un video da Youtube. La tv deve essere abilitata con Google Cast, quindi deve essere dotata di Android TV. In alternativa deve avere una Google Chromecast collegata ad una porta HDMI. La Chromecast app è inoltre dotata della funzione HDMI CE, che permette di accendere la tv, avviare una riproduzione oppure cambiare l’ingresso.

Ascoltare musica con Google Home

Sono molto interessanti anche le funzioni relative alla musica. Per ascoltare i propri brani preferiti è possibile attivare Google Play MusicaTuneIn Radio o Spotify. Se vuoi ascoltare la canzone di un cantante specifico sarà sufficiente sottoporre la richiesta all’assistente Google. Per quanto riguarda la qualità dell’audio, bisogna fare una distinzione tra Google Home e Google Home mini. Il primo ha un’audio notevolmente migliore, e si può ascoltare la musica anche in “multiroom”. Il secondo invece ha un audio più basso, e il suo utilizzo è consigliato nelle piccole stanze.

Domotica, ovvero come controllare la casa con Google Home

Un’altra funzionalità molto suggestiva riguarda il supporto alla domotica. Direttamente dal divano sarà possibile accendere le luci oppure regolare il riscaldamento della casa. Queste funzioni sono ancora in fase di sviluppo, e bisognerà attendere qualche mese per poter usufruire di tutti i benefici.

immagine google-home-mini


Come installare Google Home?

L’installazione di Google Home potrebbe risultare un po’ ostica per chi non ha grande dimestichezza, ma basta seguire le istruzioni. Dopo aver acceso il dispositivo, bisogna scaricare la relativa app su Android o su iOS. L’accessorio verrà immediatamente rilevato, e i dettagli tecnici relativi alla connessione Internet si configureranno in automatico. Lo smartphone su cui si appoggia l’assistente virtuale dovrà naturalmente essere collegato alla rete Wi-Fi della casa.

Dopo aver assegnato un nome all’altoparlante, è necessario tarare il microfono sulla propria voce. Bisogna pronunciare le frasi di attivazione un paio di volte, permettendo al device di memorizzare la voce e riconoscere il proprietario. A questo punto è possibile chiedere all’assistente qualsiasi cosa: risultati sportivi, informazioni su viaggi, calcoli matematici, notizie su ricette, ecc.


Prezzi e punti vendita di Google Home

immagine Colorazioni-Google-Home-Mini

Google Home Mini è disponibile in tre colori: grigio, nero e rosso.

Google Home costa 149 euro, offre un audio di ottima qualità ed è in grado di riconoscere la voce del proprietario anche in un ambiente rumoroso. È possibile utilizzarlo nelle case di grandi e medie dimensioni. Google Home mini costa invece 59 euro, ma ha una qualità dell’audio leggermente inferiore. Può essere utilizzato nelle camere da letto, oppure sulla scrivania. I dispositivi si possono acquistare presso i negozi specializzati oppure online.

Se prima si eseguiva una ricerca sul web con la funzione “cerca con Google”, adesso sarà possibile farla direttamente con Google Home. Questo dispositivo può tornare davvero molto utile nella vita frenetica di oggi, in cui si va di corsa tutto il giorno. L’assistente virtuale consente invece di rilassarsi, e di lasciar fare ad una sorta di maggiordomo virtuale quello che toccherebbe a noi.

Sicuramente vale la pena comprarlo.

Certamente ci sono ancora alcuni aspetti e funzionalità da implementare e sarebbe un errore credere che sia solo il frutto di una moda passeggera.

Le case del futuro saranno sempre più domotizzate ed, in quest’ottica, il prezzo di un Google Home Mini è estremamente accessibile date le sue potenzialità e la già collaudata efficienza del Google Assistant.
Prima o poi i vantaggi e le comodità introdotte dalla domotica si insinueranno nelle mura domestiche anche del più fiero oppositore di Skynet. Per allora sarà bene essere pronti all’innovazione, se non acquistando preventivamente un dispositivo che non pensate di usare, quantomeno informarsi sulle potenzialità dei gateaway routers, di IFTTT e sui vantaggi dell’Internet of things.

Concludo con un autoironico e precoce pesce d’aprile da parte dell’azienda di Mountain View.

Ecco a voi, Google Gnome:


Alla prossima!

Maria Gabriella Depalo

Mi chiamo Maria Gabriella Depalo, sono nata in piccolo paesino del nord barese affacciato sul mare e sono laureata in Informatica.
Sono la “scienziata” del gruppo e mi dedicherò principalmente ad argomenti di tipo scientifico/tecnologico.
Spero vivamente di riuscire a coinvolgervi tutti nelle mie passioni.
Potete contattarmi scrivendo a: mg.depalo@inchiostrovirtuale.it

Ti è piaciuto? Condividilo!