Data in cinese: l’importanza di conoscere i numeri

Oggi è mercoledì 1 novembre 2017. Come si dice la stessa frase, e qualsiasi altra data, in cinese? Scopritelo in questo articolo!

Tra le varie qualità della lingua cinese ci sono sicuramente la logica, la praticità e, talvolta, la semplicità. Queste caratteristiche vengono subito all’occhio quando si impara a dire la data. Leggendo questo articolo scoprirete, in particolar modo, quanto sia semplice imparare i nomi dei mesi e dei giorni della settimana. Questo, ovviamente, a patto che si conoscano i numeri.

Il formato della data differisce sia da quello italiano, sia da quello americano. In pratica si scrive all’opposto rispetto a come siamo abituati: anno/mese/giorno. Il giorno della settimana, invece, viene generalmente indicato alla fine. Vediamoli uno ad uno.


Per leggere correttamente le parole e le frasi in cinese dovete conoscere il pinyin ed i toni.

Se invece volete scrivere i caratteri, dovete conoscere i tratti e il loro ordine.


Gli anni (年)

In cinese gli anni di calendario si scrivono numero per numero. Se con i numeri arabi questa frase ha poco senso, con quelli cinesi ha un’importanza fondamentale. Prendiamo ad esempio il numero 2017.

Se inteso come anno di calendario (年, nián), si scrive:

  • 二零一七年 (èrlíngyīqī nián, due zero uno sette anno), o più comunemente 二〇一七年.

Se inteso come numero generale, invece, si scrive:

  • 两千零一十七 (liǎngqiān líng yīshíqī, duemiladiciassette).

L’anno si può indicare anche con i numeri arabi: 2017年.


I mesi (月)

Conoscete i numeri da 1 a 12? Benissimo, aggiungete 月 (yuè, luna/mese) ad ognuno di essi ed avrete i mesi da gennaio a dicembre. Letteralmente, quindi, saranno: “1 mese“, “2 mese“, fino a “12 mese“.

Mesi

Gennaio: (yīyuè)
Febbraio: (èryuè)
Marzo: (sānyuè)
Aprile: (sìyuè)
Maggio: (wǔyuè)
Giugno: (liùyuè)
Luglio: (qīyuè)
Agosto: (bāyuè)
Settembre: (jiǔyuè)
Ottobre: (shíyuè)
Novembre:十一 (shíyīyuè)
Dicembre:十二 (shièryuè)

In ogni caso è molto frequente l’utilizzo dei numeri arabi per indicare il mese: 1月, 2月, ecc.

Attenzione a non inserire mai il classificatore tra il numero e 月.

  • 一个月, infatti, non significa “gennaio”, ma “un mese”.

I giorni di calendario (日/号)

Esistono due modi per indicare il “giorno” di calendario:

  • 日 (rì, sole/giorno);
  • 号 (hào, numero).

Nonostante nella data si possa utilizzare indifferentemente l’uno o l’altro, 日 è il più comune tra i due. Nella data il carattere è preceduto dal numero, il quale, come per gli anni e per i mesi, può essere indicato con quelli arabi.

Come nel caso precedente, non dovete mai inserire il classificatore tra il numero e il carattere.

  • 一个日, infatti, non significa “(giorno) 1”, ma “un sole”;
  • 一个号, invece, significa “un numero”.

I giorni della settimana (星期)

Se in inglese continuate a confondere Tuesday con Thursday, in cinese non avrete mai di questi problemi. Esistono tre modi interscambiabili per dire “settimana”:

  • 星期 (xīngqī) – formato dai caratteri 星 (stella) e 期 (periodo di tempo); tra i tre è il più comune;
  • 礼拜 (lǐbài) – che ha anche il significato di “servizio religioso”;
  • (zhōu) – che ha anche il significato di “ciclo”.

Ora che sapete come si dice, e conoscendo i numeri dall’uno al sei, sapete automaticamente i giorni dal lunedì al sabato. Vi basterà, infatti, aggiungere il numero alla parola “settimana”: lunedì sarà “settimana 1“, martedì “settimana 2“, e così via. Per indicare la domenica, invece, anziché il numero si aggiunge 天 (tiān, cielo/giorno) o 日. Vediamoli!

Giorni della settimana

Lunedì:星期 (xīngqī yī )
Martedì:星期 (xīngqī èr)
Mercoledì:星期 (xīngqī sān)
Giovedì:星期 (xīngqī sì)
Venerdì:星期 (xīngqī wǔ )
Sabato:星期 (xīngqī liù)

Domenica:

星期 (xīngqī tiān)
星期 (xīngqī rì)

Ovviamente, come già detto, potete utilizzare 礼拜 e 周 in sostituzione di 星期.

I giorni della settimana, diversamente dagli anni, dai mesi e dai giorni, non utilizzano mai i numeri arabi.

Data cinese in uno smartphone

Negli smartphone 星期 indica il giorno corrente, 周 quelli del calendario.


Ieri, oggi e domani

Siamo partiti dalla frase: “oggi è l’1 novembre 2017”, ma come si dice “oggi”? E se invece della data odierna volessi indicare quella di ieri o di dopodomani? In tutti i casi ci troviamo in presenza di parole bisillabiche terminanti con 天. Eccole!

Intervallo di tempo (giorni)

Avantieri: (qiántiān, avanti giorno);
Ieri: (zuótiān, passato giorno);
Oggi: (jīntiān, presente giorno);
Domani: (míngtiān, prossimo giorno);
Dopodomani: (hòutiān, dopo giorno).

Da queste definizioni potete ottenere, anche se non fondamentali ai fini della data in sé, gli stessi intervalli di tempo convertiti in anni. Basta sostituire 天 con 年.

Intervallo di tempo (anni)

Due anni fa: (qiánnián, avanti anno);
L’anno scorso: (zuónián, passato anno);
Quest’anno: (jīnnián, presente anno);
L’anno prossimo: (míngnián, prossimo anno);
Fra due anni: (hòunián, dopo anno).


La data completa

A questo punto, con l’aggiunta del verbo essere 是 (shì), siete in grado di scrivere la frase “Oggi è mercoledì 1 novembre 2017“. Se non siete ancora sicuri la rivediamo passo per passo.

  • Oggi:今天;
  • è:.
    In cinese non esiste la coniugazione del verbo, per cui 是 si utilizza con qualsiasi persona. Esistono ovviamente delle regole per specificare il passato e il futuro. In questo tipo di frase, però, entrambi vengono già espressi dall’avverbio, per cui 是 non richiede l’aggiunta di ulteriori caratteri per specificare il tempo.

Per scrivere la data ricordate che si parte dall’anno e si prosegue fino al giorno, concludendo con quello della settimana:

  • (anno) 2017:二〇一七年;
  • novembre:十一月;
  • (giorno) 1: 一日;
  • mercoledì: 星期三.

Uniamo tutto quanto e otteniamo:

  • 今天是二〇一七年十一月一日星期三。

Come già detto più volte, potete semplificare la frase utilizzando i numeri arabi:

  • 今天是2017年11月1日星期三。

Infine potete scrivere senza alcun problema anche le date di ieri, di domani o di qualsiasi altro giorno preferiate:

  • 昨天是2017年10月31日星期二。
  • 明天是2017年11月2日星期四。

Come abbiamo visto dunque, la lingua cinese, per quanto sia complicata per molti aspetti, diventa estremamente elementare per altri. D’altronde in quale altra lingua, per conoscere i nomi dei mesi, vi basta praticamente saper contare fino a 12? 

Classe 1986. Sono laureato in Scienze dell’Amministrazione e ho conseguito un Master in “Relazioni Industriali nel lavoro privato e pubblico”.
All’università ho scoperto la lingua cinese ed è stato amore a prima vista, tanto che da allora ho continuato a studiarla da autodidatta.
Nel blog, oltre a parlarvi della cultura cinese, cercherò di rendervi più familiare una delle lingue più incomprensibili per antonomasia.
Potete contattarmi scrivendo a: m.bruno@inchiostrovirtuale.it

Ti è piaciuto? Condividilo!